Prima di capire pregi e difetti di licenziarsi dal proprio posto di lavoro per fare fortuna aprendo la propria azienda, ci tengo a spiegarti perchè non è il caso che tu lo faccia. E’ troppo facile vedere solo le cose belle di questo importante passo, che è necessario fare con i dovuti ragionamenti in particolar modo nell’epoca storica in cui ci troviamo.

Non è più come negli anni 80 in cui bastava aprire qualsiasi buco di attività per fare del denaro, in cui la pressione fiscale era decente e tutti mangiavano e bevevano allegramente: le cose sono cambiate e di molto, se non inizi a cambiare mentalità prima ancora di avere quell’undicina di numeri consecutivi e un conto aperto con l’agenzia delle entrate, farai poca strada.

C’è chi è portato, e chi no

Dopo quasi 10 anni di attività, mi permetto di tirare le somme e poter dire cosa è opportuno essere/diventare per licenziarsi e incontrare il vostro miglior nuovo amico: il commercialista.

La lista l’ho simpaticamente divisa in 5 punti impostati a classifica, dal meno importante all’essenziale: guarda il video per scoprire quali sono ma, se hai voglia di leggere, eccoteli qui proposti:

  • 5. Se non sei capace di indebitarti: è molto facile indebitarsi con la propria azienda, vuoi con la banca, i fornitori, l’agenzia delle entrate o equitalia; roba da levarti il sonno se non sei in grado di gestire uno stress simile.
  • 4. Se vuoi rimanere con uno o due clienti: inizialmente partiamo tutti con un cliente solo, che tipicamente è lo stesso che ti consiglia di fare il passo per suo vantaggio personale, ma se non hai lo spirito di allargarti finirai per far divenire la tua impresa un costo invece di un investimento.
  • 3. Se sei un “lamentone”: essere propositivi alle avversità di tutti i giorni che la vita ti propone è essenziale per saper affrontare le problematiche con i clienti.
  • 2. Se sei sempre perfetto: credi di far sempre le cose giuste e trovi sempre qualcun’altro a cui dare la colpa quando le cose non vanno? Ottima notizia, rimani pure un dipendente e lascia stare l’idea di aprire la tua attività.
  • 1. Se ti sei ritrovato nei quattro punti precedenti: leggendo queste righe o guardando il video ti dicevi “ok, non sono così” hai un serio problema di auto-analisi. Tutti inizialmente cadono in almeno uno dei 4 punti esposti, ma se pensi di essere impeccabile e di non ricadere in nessuna delle note, hai un grave problema di auto-critica.

Questi sono i miei personalissimi punti dettati dalla mia esperienza: hai i tuoi punti e vuoi condividerli con le altre persone? Scrivi nei commenti cosa ti frulla per la testa, dai il tuo contributo a chi, come te, deve decidere se fare questo importante passo.

Ti potrebbe interessare anche...

Quanto è importante avere un brand forte? La Pizza... Avere un Brand forte, capace di attirare i clienti a te, è un processo lungo e per nulla semplice ma, rimane per te la strada migliore che dovresti pe...
Assistenza: Come rispondere ad una email Sfrutta al massimo le email di richiesta informazioni e assistenza che arrivano dai tuoi clienti per aumentare il tuo fatturato. La tua attività rice...
Business, lamentarsi non serve a nulla Lamentarsi è una strategia che non porta mai a nulla, nel tuo business così come nella vita di tutti i giorni. Tutti noi abbiamo un amico, un paren...
Email marketing, come funziona? VIDEO Come funziona l'email marketing è molto semplice: esattamente come un Mitragliere con la sua fidata arma che spara a raffica senza veramente mirare il...
Come trovare nuovi clienti Trovare nuovi clienti è uno degli obbiettivi del Marketing e del Webmarketing. I sistemi sono i più disparati, a volte è la fantasia il vero motore ma...